Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Un film al mese: proiezione di “C’è ancora domani”

c ancora domani def

L’Istituto Italiano di Cultura in collaborazione con Italian Cineclub e Het Ketelhuis

presenta

C’E’ ANCORA DOMANI

commedia drammatica di Paola Cortellesi

con Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Romana Maggiora Vergano, Emanuela Fanelli, Vinicio Marchioni.

Giovedì 15 febbraio, ore 20.30
presso Het Ketelhuis, Pazzanistraat 4, Amsterdam

Il film sarà in italiano con sottotitoli in inglese.

PRENOTAZIONI SOLO TRAMITE EMAIL AL SEGUENTE INDIRIZZO:

cineclubamsterdam@gmail.com

Il biglietto costa 7 euro se acquistato con il link che riceverete prenotando all’indirizzo cineclubamsterdam@gmail.com (gratis per i possessori di Cineville Card).
Attenzione: Il biglietto si può acquistare online attraverso un link che vi sarà inviato al momento della prenotazione.

In alternativa potrà essere acquistato la sera stessa, direttamente alla cassa del cinema, ma solo se ci saranno ancora posti disponibili.

 

Un inno alla libertà accolto da un trionfale successo di critica e pubblico.

Questo è un film che non avrebbe bisogno di presentazioni: ha vinto il Nastro d’Argento 2024 come Film dell’anno, poi il premio per la miglior opera prima, il premio speciale della giuria e il premio del pubblico all’ultimo Festival del Cinema di Roma; è diventato in poche settimane un piccolo cult ed uno dei più grandi campioni d’incasso di sempre in Italia; ed è già stato venduto in tutto il mondo. In molti si sono chiesti le ragioni di questo successo per un film in bianco e nero che racconta una storia ambientata nel 1946 nello scenario di una Roma appena uscita dalla Seconda Guerra Mondiale. Tutto così lontano dai ritmi frenetici della società di oggi e dai video tossici di pochi minuti a cui ci siamo abituati. In parte sarà forse il tema, ancora estremamente attuale, della violenza sulle donne e dei loro diritti costantemente calpestati che ha attirato soprattutto l’attenzione del pubblico femminile. Ma non è solo questo: tutto nel film funziona e si combina perfettamente, dalla sceneggiatura alla regia, dalla colonna sonora ai costumi. Delia (Cortellesi) è una madre di famiglia (povera) nella Roma del dopoguerra. Si arrabatta come può per aiutare il marito e per mantenere la giovane figlia e assicurarle un futuro migliore di quello che è toccato a lei. Finché una lettera, inaspettata, fa nascere in lei un nuovo sogno. Tutto intorno un campionario di varia umanità che si inserisce perfettamente nell’accurata ricostruzione dell’epoca.

Flavio Aulino

Maggiori informazioni

  • Organizzato da: Italian Cineclub, Het Ketelhuis
  • In collaborazione con: Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam