Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

"Festival Rai Cinema: Stai con noi, stai con l'Istituto Italiano di Cultura per i Paesi Bassi e con Rai Cinema".

Data:

08/05/2020


Festival Rai Cinema: #Stai con noi,

stai con l'Istituto Italiano di Cultura per i Paesi Bassi e con Rai Cinema"

8 Maggio - 5 Giugno 2020

Da ormai molti anni il Cinema Italiano è riuscito ad affrancarsi dal rapporto/paragone con i grandi maestri che lo hanno reso grande e celebre nel mondo nei decenni scorsi. Nuove generazioni di registi, sceneggiatori ed altri attori della filiera produttiva di quella che in tutto e per tutto è la fiorente industria dell’audiovisivo in generale, si sono saldamente affermati non solo in quello che viene considerato come “cinema d’autore”.

Un cinema di estrema qualità che ha conquistato le platee italiane e le giurie dei più grandi Festival del cinema internazionali. Con riconoscimenti importanti ai nostri autori, alle attrici ed agli attori e soprattutto ai tanti professionisti del “dietro la macchina da presa”: costumisti, scenografi, compositori di colonne sonore, montatori e tantissimi altri. Senza dimenticare che l’Italia, dopo gli USA, è il Paese che ha vinto più Premi Oscar.

Rai Cinema, il più importante produttore pubblico italiano ed europeo, ha in essere con l'Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam un’importante collaborazione per la promozione dell’industria cinematografica italiana nei Paesi Bassi.

Siamo molto lieti che anche in questo periodo in cui il mondo intero deve far fronte all’emergenza del COVID 19, abbiamo la possibilità di presentare, anche se per il momento in versione online, un ampio panorama di film prodotti dalla RAI.

Con la consapevolezza che la Cultura era e resta l’unico mezzo per riflettere sulla nostra esistenza ed avere il coraggio di ricominciare un cammino.

Ringrazio la infaticabile e sensibile dott.ssa Carmela Callea, direttrice dell'Istituto Italiano di Cultura di Amsterdam, per aver reso possibile ancora uan volta la realizzazione di questo Festival con il pieno sostegno del presidente dott. Nicola Claudio e dell’AD dott. Paolo Del Brocco di Rai Cinema.

Carlo Gentile (sncci)

Rai Cinema

 

Dopo la lontana e felice meteora del Neorealismo il cinema italiano riacquista il suo prestigio internazionale. Grazie ad una nuova generazione di registi, la Settima Arte in Italia si rinnova dialogando con i Maestri del passato.

Questi nuovi registi italiani, nuovi piuttosto nello spirito che nella loro attività creativa, interpretano la realtà attuale non in modo documentario, ma cercando di focalizzare ciò che gli eventi del mondo creano nella profondità dell'essere umano contemporaneo. Una sorta di neorealismo interiore. Guardano il mondo che li circonda, cercano di dare una chiave interpretativa alla realtà ma, spesso, pongono domande senza risposte assolute, lasciando allo spettatore la libertà di scegliere il percorso per capire "chi sono io?".

I film italiani contemporanei creano una sorta di feedback tra protagonista e spettatore, la fine lascia spazio alla interpretazione di quest’ultimo.

Un viaggio non soltanto geografico e del corpo ma soprattutto un viaggio interiore.

Un viaggio che lo spettatore potrà vivere guardando i film proposti con questo Incontro con il Nuovo Cinema Italiano.

Desidero infine ringraziare, il Presidente della Rai Dott. Marcello Foa e di Rai Cinema il presidente dott. Nicola Claudio, l’AD dott. Paolo Del Brocco e il Dott. Carlo Gentile che cura insieme a noi il “Festival RAI CINEMA”

In questo periodo in cui il mondo intero deve far fronte alla emergenza derivante dal diffondersi della pandemia COVID 19, la Cultura è l’unico modo e l’unico mezzo per riflettere sulla propria esistenza ed avere il coraggio di ricominciare un cammino con la consapevolezza che la comprensione e la solidarietà tra tutti gli esseri umani costituiscono le basi per una convivenza pacifica e costruttiva.

Carmela Callea

Direttore

 

Venerdì 8 Maggio 2020, ore 20.00

Volevo Nascondermi di Giorgio Diritti

Attori: Elio Germano, Oliver Ewy, Paola Lavini, Gianni Fantoni, Andrea Gherpelli, Orietta Notari, Denis Campitelli

Anno: 2020

Paese: Italia

Durata: 120 minuti

Volevo nascondermi, il film diretto da Giorgio Diritti, è il biopic sulla vita di Antonio Ligabue (Elio Germano), grande pittore naif emiliano, figura di rilievo dell'arte contemporanea e internazionale. Antonio Ligabue amava dipingere leoni e giaguari, gorilla e tigri, tra gli sterminati boschi di pioppi, sulle banchine del fiume Po.
Il film racconta la vita dell'artista, che sin da bambino trova nella pittura il suo personale riscatto al senso di solitudine ed emarginazione. Toni, questo il nomignolo di Antonio, ha vissuto un'infanzia ed un'adolescenza altrettanto difficili. Figlio di una donna italiana migrata in Svizzera, viene affidato a una coppia del posto, con la quale ha sempre avuto rapporti di amore e odio. Dopo aver aggredito la madre adottiva, viene espulso dalla Svizzera e mandato in Italia, dove vive sulle rive del Po, patendo non solo il freddo, ma anche la fame e soprattutto la solitudine. È in questo periodo che inizia a dipingere per impiegare il tempo e placare le ansie. È l'incontro con lo scultore Renato Marino Mazzacurati che lo convince a dedicarsi completamente all'arte, unico modo per rintracciare la sua identità e per emergere in quel mondo di disperazione. Ed è così che quell'uomo un po' nomade, solitario, per nulla attraente, spesso schernito e noto in Italia come "El Tudesc" dipinge e da quella riva del Po crea un nuovo mondo, fatto di colori e di animali esotici.

La storia di Antonio Ligabue rappresenta un'occasione per riflettere sull'importanza della "diversità", intesa come qualità, talento e dote preziosa che appartiene a ogni essere umano, che lo rende unico e capace di offrire qualcosa di utile alla società.

Maggiori informazioni

  

Mercoledi 13 Maggio 2020, ore 20.00

Magari di Ginevra Elkann

Attori: Riccardo Scamarcio, Alba Rohrwacher, Milo Roussel, Ettore Giustiniani, Oro De Commarque, Céline Sallette, Brett Gelman, Benjamin Baroche

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 104 minuti

Magari, il film diretto da Ginevra Elkann, racconta la storia di Alma (Oro De Commarque), Jean (Ettore Giustiniani) e Sebastiano (Milo Roussel), tre fratelli molto uniti, figli di genitori divorziati. I tre vivono a Parigi con la mamma e arrivano a Roma per far visita al padre Carlo (Riccardo Scamarcio), anticonformista, senza un soldo, incapace di prendersi cura dei propri figli. Alma, Jean e Sebastiano, trascorreranno le vacanze di Natale al mare, insieme a Carlo e alla sua collaboratrice Benedetta (Alba Rohrwacher), ma ben presto affioreranno contrasti di famiglia e ostilità. Carlo conferma di non essere un buon padre, sempre più inadeguato e irresponsabile, ma fortemente carismatico. La piccola Alma nonostante tutto non vuole perdere la fiducia e spera che un giorno "magari" la sua famiglia possa tornare a essere unita come una volta.

Maggiori informazioni

 

Venerdì 15 Maggio 2020, ore 20.00

Nour di Maurizio Zaccaro

Attori: Sergio Castellitto, Linda Mresy, Raffaella Rea, Valeria D'Obici, Thierry Toscan

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 92 minuti

A Lampedusa sbarcano migranti. Quelli che riescono a toccare la terraferma, quantomeno. Molti invece muoiono annegati, o per ipotermia. Altri ancora arrivano lì, ma sono stati separati dalla rispettiva famiglia: come Nour, una ragazzina siriana costretta dalla guerra a lasciare la propria patria, rimasta senza la madre Fatima. Pietro Bartolo, il dottore che si occupa di soccorrere i migranti, prende a cuore il caso di Nour.

Lampedusa, terra di confine. Luogo della speranza e della sua frustrazione: l'"isola del sale" è stato teatro negli ultimi anni di sbarchi di moltitudini di esseri umani, quasi mai trattati come tali e disposti a tutto per la possibilità di un futuro migliore.

Nour, film diretto da Maurizio Zaccaro, nella sua semplicità di linguaggio e umiltà di atteggiamento, può vantare diversi meriti. In primis quello di affrontare la vicenda attraverso un caso esemplare, senza presentare verità assolute o facili manicheismi. Anche il personaggio più vicino a incarnare la figura di villain, lo scafista senegalese Sandy, ha modo di esporre il suo punto di vista, attraverso un confronto deciso con Bartolo; e così per una giornalista, che ha la possibilità di smentire il pregiudizio del dottore con i fatti, dimostrando un' umanità che va al di là del sensazionalismo da ricerca dello scoop a tutti i costi.

Maggiori informazioni

 

Mercoledì 20 Maggio 2020, ore 20.00

Rosa Pietra Stella di Marcello Sannino

Attori: Ivana Lotito, Ludovica Nasti, Fabrizio Rongione, Imma Piro, Valentina Curatoli, Francesca Bergamo, Anna Redi, Gigi Savoia, Pietro Juliano, David Power

Presentato in prima mondiale all’International Film Festival di Rotterdam 2020

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 90 minuti

Carmela ha trent’anni, bella e indomita come un'amazzone, cerca di trovare da sola il modo per tirare avanti, giorno per giorno, con mille lavori precari, finché non le capita l'occasione di fare affari con gli immigrati che popolano il dedalo di vicoli del centro antico di Napoli. Un girone infernale in cui pur di avere un permesso di soggiorno si è disposti a pagare per lavorare. Carmela ha una figlia di undici anni, Maria. Vivono insieme ad Anna, sua madre, a Portici, una cittadina sul mare nell’ immediata provincia di Napoli. Il loro rapporto non è facile: Anna avrebbe voluto una vita più semplice e regolare per la figlia che invece sta commettendo i suoi stessi errori. Carmela, dal canto suo, è stata una sorella più che una madre per Maria che irrimediabilmente ne soffre ed è da tempo monitorata dai servizi sociali. Per Carmela è tempo ormai di assumersi le responsabilità di madre. Vuole conquistare la fiducia della figlia. Ci prova. Conosce Tarek, un quarantenne algerino che vive a Napoli da vent’anni. L’uomo prova attrazione per Carmela e tanta tenerezza. Questa fragile impalcatura sulla quale sta fondando la sua vita man mano si sgretola. Sullo sfondo una città-metafora della contemporaneità, multiculturale e polverosa, sensuale e squilibrata, con sporadici raggi di sole a coltivare le illusioni di ognuno. Un luogo in cui arrivare e mai più riuscire a ripartire.

Maggiori informazioni 

   

Venerdì 22 Maggio 2020, ore 20.00

Dafne di Federico Bondi

Attori: Carolina Raspanti, Antonio Piovanelli, Stefania Casini

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 94 minuti

Dafne, film diretto da Federico Bondi, è la storia di una ragazza (Carolina Raspanti) di trentacinque anni affetta dalla sindrome di Down con una vita semplice e felice: svolge un lavoro che le piace ed è circondata da amici e colleghi che le vogliono bene. Dafne vive con i genitori, il padre Luigi (Antonio Piovanelli) e la madre Maria (Stefania Casini), ma quando quest'ultima muore improvvisamente l'equilibrio familiare va in mille pezzi.
La ragazza non solo dovrà affrontare la perdita del genitore, ma dovrà anche stare accanto a suo padre, caduto in depressione per il lutto. A differenza di lui, Dafne reagisce molto bene a quanto accaduto, grazie alle persone che le stanno intorno e alla sua forza. L'unica cosa che la giovane non riesce a fare è scuotere il padre dal suo stato di sconforto. Un giorno, però, mentre sono impegnati in un cammino di montagna alla volta del paese in cui è nata Maria, Luigi e sua figlia inizieranno a conoscersi più a fondo, scoprendo molto l'uno dell'altra e provando a guardare avanti, questa volta insieme.

Maggiori informazione
 

Mercoledi 27 Maggio 2020, ore 20.00

Non sono un assassino di Andrea Zaccariello

Attori: Riccardo Scamarcio, Alessio Boni, Edoardo Pesce, Claudia Gerini, Sarah Felberbaum, Barbara Ronchi, Caterina Shulha, Vincenzo De Michele, Elisa Visari, Flavia Gatti, Pasqualina Sanna, Silvia D'Amico

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 111 minuti

Non sono un Assassino, fim diretto da Andrea Zaccariello, è basato sull'omonimo best-seller di Francesco Caringella ed è la storia del vice-questore Francesco Prencipe (Riccardo Scamarcio) che un giorno esce di casa per raggiungere il suo migliore amico, il giudice Giovanni Mastropaolo (Alessio Boni). I due non si vedono da quasi due anni, ma per incontrare dopo tutto questo tempo il suo caro amico, Andrea percorre due ore di macchina per un colloquio di poche parole. Due ore per una domanda e una risposta.
Quella stessa mattina, però, il giudice viene trovato morto, freddato da un colpo di pistola alla testa.
Francesco è l’ultimo ad averlo visto. Sono sue le impronte nella casa. Solo suo il tempo per uccidere. A interrogarlo e accusarlo una PM (Claudia Gerini) che conosce il suo passato, a difenderlo l’avvocato amico di una vita (Edoardo Pesce). Nell’attesa che lo separa dal processo, le immagini del passato di Francesco si accavallano incoerenti nel disperato tentativo di arrivare al vero assassino. E alla verità di una vita intera.

Maggiori informazioni

 

Venerdì 29 maggio 2020, ore 20.00

Tutto il mio folle amore di Gabriele Salvatores

Attori: Claudio Santamaria, Valeria Golino, Diego Abatantuono, Giulio Pranno, Daniel Vivian, Maruša Majer, Tania Garribba

Anno: 2019

Paese: Italia

Durata: 97 minuti

Tutto il mio folle amore, film diretto da Gabriele Salvatores, è ambientato a Trieste, dove vive Vincent (Giulio Pranno), un sedicenne chiuso in un universo tutto suo, affetto da una forma di autismo e da un disturbo della personalità sin dalla nascita. Proprio a causa della sua situazione, questi ultimi sedici anni non sono stati facili per nessuno, né per il ragazzo stesso né per sua madre Elena (Valeria Golino), che ha dovuto confrontarsi giorno dopo giorno con i problemi causati dai disturbi del figlio. Ad aiutare la donna è arrivato col tempo il suo compagno, Mario (Diego Abatantuono), che ha trattato sin da subito il giovane come suo figlio, adottandolo. Quello che si viene a creare nella famiglia è una sorta di equilibrio, seppur molto precario, nel quale i due adulti riescono tra alti e bassi a gestire Vincent.
In questa situazione delicata irrompe una sera Willi (Claudio Santamaria), padre naturale del giovane e cantante squattrinato, che ha abbandonato Elena nel momento stesso in cui ha saputo che era incinta. In procinto di partire per un tour nei Balcani, l'uomo vuole conoscere il figlio che non ha mai visto, ma non immagina neanche lontanamente la situazione che si ritroverà davanti. Vincent, però, vede nel padre e nel suo furgone un tentativo di fuga e, nascosto nel veicolo, parte insieme a Willi, all'insaputa di quest'ultimo. L'occasione permette ai due di conoscersi meglio e approfondire quel legame di sangue che hanno ignorato per sedici lunghi anni. In questo viaggio nei Balcani e nei sentimenti, Willi e Vincent avranno modo di confrontarsi e parlare, così come Elena e Mario, partiti alla ricerca del figlio.

Maggiori informazioni

 

Mercoledì 3 Giugno 2020, ore 20.00

Aspromonte la Terra degli Ultimi di Mimmo Calopresti

Attori: Valeria Bruni Tedeschi, Marcello Fonte, Francesco Colella, Marco Leonardi, Sergio Rubini.Cast completo Genere Drammatico

Anno 2019

Paese: Italia

Durata: 89 minuti

Africo 1951. Un paese arroccato nell’Aspromonte isolato una donna muore di parto. Il medico non è mai arrivato e non c’è una strada per raggiungere la Marina dove ci sono il medico e le istituzioni. Tutto il paese si riversa come un fiume in piena sui sentieri. Una massa inferocita che reclama un medico: «Non siamo bestie» è il grido disperato rivolto alle autorità. Nonostante la promessa scritta estorta al prefetto, gli africoti non stanno con le mani in mano e decidono di costruirsela da soli la strada! Tuttavia però, l’entusiasmo si spegne presto per motivi diversi. Non tutti accettano che gli africoti si costruiscano la loro strada e la tensione in paese cresce. I cittadini non accettano l’intimidazione e don Totò spara ferendo uno di loro. Altri delitti seguono, ma nulla cambia e ad Africo e non resta che andarsene

Maggiori informazioni

 

Venerdì 5 Giugno 2020, ore 20.00

Fiore gemello di Laura Luchetti

Attori:Aniello Arena, Giorgio Colangeli, Anastasiya Bogach, Mauro Addis, Kallil Kone, Alessandro Pani, Fausto Verginelli

Anno: 2018

Paese: Italia

Durata: 95 minuti

Anna è in fuga dal dolore e da un uomo ossessionato dalla sua giovinezza. Basim è in cammino verso il futuro e una terra promessa. Anna, profuga in patria, e Basim, rifugiato della Costa d'Avorio, finiscono per incontrarsi in una terra arida e selvaggia, da qualche parte tra il mare e i monti della Sardegna. Anna ha perso la voce, Basim l'innocenza ma ognuno sembra capire i sentimenti dell'altro. Anime sole, in relazione dialettica, decidono di avanzare insieme tra miniere di sale e spazi di rovina ma il passato li perseguita incarnato da Manfredi, trafficante di migranti che vuole recidere il loro destino.

Fiore gemello è un film delicato su un soggetto forte: l'esilio e la ricerca di una vita altrove. Quella che anelano gli eroi discreti di questa cronaca sospesa fuori dal mondo e in una lontananza arcaica. Favola materialista tra materie primarie (cieli, strade, periferie, campagne) e residui essenziali, Fiore gemello cerca aria e libertà per i suoi protagonisti che procedono uniti nel disordine salutare della natura, lambendo muri, linee, frontiere, tracce di un mondo più domestico.

Alla traiettoria spezzata di Anna, Laura Luchetti aggiunge quella nomade di Basim con precisione intensa e riservata, accomodando lo spettatore nella loro intimità senza esporre minutamente le loro origini e i loro drammi passati. Il film si accontenta dei gesti franchi, dei movimenti e degli smarrimenti di questa coppia fusionale. Tra la separazione e la violenza, tra due solitudini così differenti, un altro spazio si apre, un tempo al riparo dalle coercizioni e dalle fatalità, in cui finalmente scegliere di esistere.

Maggiori informazioni

 

Informazioni

Data: Da Ven 8 Mag 2020 a Ven 5 Giu 2020

Orario: Alle 20:00

Ingresso : Libero


Luogo:

in streaming

1373